LA STRADA ALZAIA

LA STRADA ALZAIA IL PERCORSO accanto al fiume Adige

IL PERCORSO

Non lontano dall’esposizione, accanto al fiume Adige, corre la strada Alzaia, costruita ed utilizzata in passato per il traino delle imbarcazioni.

Da qualche anno, grazie al recupero attuato dall’Amministrazione Comunale che, assieme ad alcune associazioni si è occupata di ripulirla, è possibile compiere il tragitto (circa 11 Km) da un’estremità all’altra del comune.

La strada può essere percorsa a piedi, in bicicletta o a cavallo e unisce elementi di interesse naturalistico ad aspetti storici e culturali. Essa corre sul lato sinistro dell’Adige e ne segue tutte le anse interrompendosi in prossimità dei “progni” e della piazza principale del paese, dove un tempo funzionavano due cantieri di barche.

LA STRADA ALZAIA IL PERCORSO accanto al fiume Adige

In passato la strada veniva utilizzata dai barcaioli che per risalire la corrente facevano trainare le barche da cavalli o da buoi. Allora la strada si interrompeva anche per la presenza dei mulini e delle ruote idrovore: i resti dei basamenti si possono ritrovare ancora in alcuni tratti del percorso, dove restano anche parte dei canali di irrigazione sopraelevati (i più imponenti sorgono nei pressi di Santa Lucia e di Villa Bertoldi a Settimo).

La strada tocca alcune abitazioni signorili e costruzioni affacciate sull’Adige, come Villa Da Sacco, la chiesa di San Michele ad Arcè, e Villa Bertoldi a Settimo.

Con qualche deviazione è possibile visitare anche gli abitati adiacenti al fiume di Pescantina, Settimo, Arcè e Santa Lucia, che con le piazze, i vicoletti caratteristici, i palazzi e le chiese meritano senza dubbio una visita.